Paolo Seganti

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.
Versione del 27 nov 2015 alle 08:57 di Gdallorto (Discussione | contributi) (Creata pagina con "{{s}} Una mattina del luglio 2005, in un parco del quartiere Montesacro, fu ritrovato morto il giovane Paolo Seganti. Esclusa la rapina (il giovane non aveva con sé neanche...")

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Una mattina del luglio 2005, in un parco del quartiere Montesacro, fu ritrovato morto il giovane Paolo Seganti. Esclusa la rapina (il giovane non aveva con sé neanche il portafoglio) o altri moventi, si dovette prendere atto del fatto che l’unica spinta del barbaro assassinio era stata l’omofobia violenta: gli assassini (mai identificati) si erano infatti accaniti su di lui in modo tale da stigmatizzarne la sessualità [1].

La notizia provocò una grande impressione sull’opinione pubblica (ancora ferito, il ragazzo era riuscito a chiedere aiuto, ma non venne raggiunto) e le associazioni glbtq della capitale chiesero e ottennero da un sindaco titubante di organizzare una fiaccolata in memoria in piazza del Campidoglio. La fiaccolata infine si tenne, e vide anche la partecipazione (non annunciata) del sindaco Walter Veltroni [2]. A Mirella Gramaglia fu affidato l’unico intervento, tutto incentrato sull’idea della “città delle differenze e dei diritti”.

A Paolo Seganti oggi è intitolato un giardino all’interno del Parco delle Valli [3].
  1. http://archiviostorico.corriere.it/2005/luglio/12/Attore_torturato_morte_parco_pista_co_8_050712034.shtml
  2. http://archiviostorico.corriere.it/2005/luglio/20/Mille_fiaccole_per_Paolo_Avra_co_10_050720039.shtml
  3. http://archiviostorico.corriere.it/2007/luglio/12/parco_per_Paolo_Seganti_Gay_co_10_070712018.shtml