Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana:Cosa scrivere

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.

Questa pagina contiene alcune istruzioni sui contenuti delle voci di Wikipink. Se stavi cercando istruzioni sui comandi da usare per impostare una voce, le trovi invece qui.

Una regola facile da ricordare

Una nuova voce ha senso unicamente se:

  1. è esaustiva: riesce a dare un'informazione sufficiente (che è sicuramente più di quello che si riesce a sapere con un colpo d'occhio da una pagina di risultati su Google). Per gli appunti incompleti esistono gli "stub" e la "sandbox";
  2. è significativa: riesce a dire qualcosa di più, e preferibilmente di diverso, da quanto appare nella sezione "chi siamo" del sito o blog del gruppo o della persona di cui parla;
  3. è originale: riesce a dire cose diverse da quelle già presenti su Wikipedia, meglio ancora se poi offre un tipo d'informazione che non si trova in altri siti. E soprattutto, non ruba i testi altrui;
  4. è comprensibile: è scritta in un linguaggio che chi legge riesce a comprendere;
  5. è lecita: non infrange la legge (e il buon senso) attraverso calunnie, diffamazioni e insulti.

Esaustività

Questa è un'enciclopedia, non un dizionario. Idealmente, col tempo, ogni voce dovrebbe diventare "esaustiva", cioè contenere tutto quanto è stato giudicato essenziale sapere su quel tema. Ovviamente non è nostro compito scrivere la borgesiana "Biblioteca di Babele", con un numero infinito di libri, però esiste una via di mezzo fra quella, e una voce che liquida un argomento in tre righe. Come regola generale, preferiamo che una pagina figuri vuota e non ancora scritta piuttosto che chiamare "voce" tre righe in croce.

Gli abbozzi o stub: da usare con moderazione

Se non si ha il tempo per completare una voce che si è iniziato, è possibile creare una "brutta copia provvisoria", che in gergo wikipediano si chiama "stub". Per farlo è sufficiente scrivere il codice {{S}} in cima alla pagina.

D'altro canto il destino finale delle brutte copie è il bidone della carta straccia, e quello sarebbe anche il destino di un'enciclopedia fatta di brutte copie. Per questa ragione se uno "stub" è stato creato e poi abbandonato dal suo creatore, e non supera le poche righe di lunghezza, ci riserviamo di cancellarlo, dopo avere sollecitato il creatore o la creatrice a completarlo.

Questo perché è meglio avere una voce notoriamente mancante, e segnalata come tale dal link in colore rosso che rimanda ad essa, che una voce che teoricamente è presente (come indicano i link in colore blu), ma che alla lettura si rivela un semplice sgorbietto. Una voce visibilmente mancante può infatti invogliare qualcuno a scriverla, mentre una voce apparentemente già esistente non attira l'attenzione.

Usare la "sandbox" per le prove e gli appunti

Ogni collaboratrice o collaboratore ha il diritto a uno spazio privato (in gergo wikipediano, "sandbox") per scriverci quel che pare all'utente, purché sia utile all'enciclopedia. Per farlo è sufficiente andare sulla propria pagina utente (quella che appare in cima a questa pagina, subito a destra della figurina dell'omino blu), aggiungere "/Sandbox" dopo l'indirizzo, e premere "invio": in questo modo si crea una sottopagina chiamata "Sandbox" della propria pagina utente. Per esempio: se esistesse un utente Pincopallino, la sua sandbox sarebbe: http://www.wikipink.org/index.php?title=Utente:Pincopallino/Sandbox

A differenza delle altre pagine, per una norma del galateo delle Wikipedie, la sandbox non può essere modificata o cancellata dagli altri utenti, perché è considerata spazio personale. Sulla sandbox si può tenere una voce iniziata ma smozzicata, una citazione che si vuole usare, o un testo in lingua straniera che si vuole tradurre. Li si possono tenere anche per mesi o anni. Per questo motivo invitiamo a creare gli abbozzi sulla propria sandbox e non direttamente come pagine di Wikipink.

Se serve, si può ampliare una "sandbox" divenuta troppo affollata creando sottopagine. Se Pincopallino volesse uno spazio per "Omosessualità in Siberia" potrebbe ampliare la "sandbox", in questo modo: http://www.wikipink.org/index.php?title=Utente:Pincopallino/sandbox/siberia oppure in questo modo: [[Utente:Pincopallino/sandbox/siberia]].

Proporre una quantità significativa di informazioni

Se una voce mi dice solo che XYZ è un'associazione gay e che ha sede nella città ZYX, di fatto non mi dice nulla di più di quanto potrei sapere andando su Google e leggendo le tre righe di sommario che appare sotto ad ogni voce. Quindi come minimo ci si aspetta che una voce debba obbligatoriamente dire qualcosa di più di quanto si riesca a trovare con una rapida occhiata su Google.

Significatività

Wikipink non nasce in un vuoto. Esiste già Wikipedia, che ha addirittura un'intera sezione dedicata alle tematiche LGBT; Culturagay, che pubblica saggi e recensioni, e tanti altri siti a tema, come gli innumerevoli siti di tutti i gruppi LGBT italiani.

Un lavoro come il nostro ha dunque senso solo se riesce a dire qualcosa di significativo, ossia che in linea di principio non sia già negli altri siti appena nominati. Questo vuol dire che il testo che intendi proporci deve trattare argomenti che non sono stati ancora ben trattati in rete, oppure ne deve trattare con una prospettiva nuova. Per esempio noterai che nelle nostre voci sui politici italiani non ci interessa la loro biografia (quella la trovi già su Wikipedia) ma semmai quanto hanno detto e fatto sul tema dei diritti delle persone LGBT. Questa informazione non viene mai segnalata dagli altri siti, ed è per questo che la proponiamo noi qui.

Originalità

Questo progetto ha senso solo ed esclusivamente nella misura in cui riesce a dire cose originali, non necessariamente nuove (qui non abbiamo inventato o scoperto nulla, neppure l'acqua calda) ma osservate e studiate in una prospettiva nuova, sì. Questa caratteristica ci differenzia inoltre da Wikipedia dove le ricerche originali non sono permesse. Pertanto chiediamo quanto segue:

Non scopiazzare le pagine ufficiali dei siti

Va respinta la tentazione di limitarsi a riassumere le informazioni contenute nei siti e nei blog delle associazioni e delle persone di cui vogliamo parlare. Tralasciando la questione del rispetto del diritto d'autore, c'è da aggiungere che anche i nostri lettori sono perfettamente capaci di andare su quei siti e trovarsele da sé.

Se si vuole parlare di un'associazione, si usi pure come fonte il sito ufficiale (usare fonti attendibili è sempre una buona regola) tuttavia lo si integri con una ricerca anche su altre fonti. Come regola, di un'associazione non ci si deve limitare a dire cosa sia (e se si cita dalla sua pagina del "chi siamo", lo si metta in forma indiretta: non "L'associazione esiste per: ..." bensì "L'associazione dichiara di esistere per: ..."), ma occorre anche dire cosa abbia fatto (un po' di rassegna stampa non nuoce), chi ne ha parlato, se abbia fatto parlare di sé ed in che modo, nel caso esistano polemiche citare sia il punto di vista pro che quello contro (senza censurarne uno), e infine aggiungere l'eventuale bibliografia su di essa.

Mai, mai, mai e poi mai copiare un testo altrui

Non abbiamo nessuna obiezione al fatto che un autore riusi per noi un testo proprio che ha già pubblicato altrove (siamo noi i primi a farlo): non pretendiamo di avere inventato noi la scrittura, e neppure la cultura. Diverso è però il caso in cui si prende il lavoro di un'altra persona e lo si ripubblica su Wikipink. Questo non è ammesso, perché lede i diritti della persona che ha scritto quel testo, anche se non si firma.

Il fatto che un testo sia su internet, non implica affatto che sia liberamente riproducibile, se ciò non è indicato espressamente come tale. Quindi verranno cancellati senza discussione tutti i testi che si scopriranno essere stati copiati da altri siti, a meno che non sia stato/a l'autore/l'autrice del testo stesso a donarcelo. Per donare un testo si deve contattare la redazione, chiedendo se è possibile aggiungere il proprio testo all'enciclopedia. Per maggiori informazioni è gradita la lettura della pagina relativa al copyright.

Uso delle foto e delle citazioni

A differenza della Wikipedia in inglese, Wikipedia in italiano ha scelto di non avvalersi del "diritto di citazione" di brevi spezzoni d'un testo nel contesto d'una recensione o d'una discussione delle tesi in esso sostenute. La legge però lo consente, così come consente di riprodurre la copertina d'un libro, o l'immagine di un'opera protetta dal diritto d'autore, purché ciò avvenga nell'ambito di una recensione, analisi o discussione critica o didattica di quell'opera.

Su Wikipink, a differenza di quanto avviene su Wikipedia, abbiamo deciso di fare uso di questo diritto, per cui appariranno anche immagini protette dal diritto d'autore, ma usate solo per gli scopi sopra elencati. Queste immagini non possono essere riusate per scopi diversi, e non possono essere trasferite, né su Wikipedia, né su Wikimedia Commons. La licenza non libera dell'immagine è specificata nella pagina del file stesso.

Comprensibilità

Non esiste nulla che non possa essere detto in linguaggio comune, chiaro e semplice. Usiamo quindi sempre un linguaggio colloquiale, limitando l'uso dei termini tecnici ai casi indispensabili in cui tradurre in linguaggio comune comporterebbe giri di parole lunghissimi. In tali casi, però, si spieghi cosa vuole dire la parola tecnica, almeno la prima volta che la si usa.

Avvisiamo che i testi troppo oscuri (in legalese, burocratese, politichese, informatichese, sinistrese, queerese, itanglish...) verranno riscritti traducendoli in lingua italiana del XXI secolo. E tanto peggio per chi deve dire cose che, se dette in linguaggio normale, appaiono stupide. Di solito capita perché effettivamente lo sono.

Per finire: no alle calunnie, agli insulti, alla diffamazione

Ultima regola. Le leggi sulla diffamazione valgono dappertutto, anche per le enciclopedie, e chi ha scritto la voce (che ti ricordiamo essere rintracciabile attraverso il suo IP number) ne risponde in prima persona.

Quindi niente outing, niente insulti, e niente calunnie. Soprattutto, niente affermazioni non suffragate da fatti e dati. Un fatto "parla" più e meglio di mille opinioni. Non serve a nessuno sapere che "il papa è omofobo", mentre un elenco delle sue dichiarazioni in tema di omosessualità, opportunamente analizzato e discusso, ha una grossa utilità per tutti gli utenti di questa enciclopedia. A tutti i collaboratori chiediamo quindi di impegnarsi nella raccolta dei fatti e nella loro analisi, evitando gli sfoghi umorali, che sono privi di qualsiasi utilità.