Paola Dell'Orto

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.
Paola Dall'Orto (sulla destra) al Roma Pride 2007.

Paola Dell'Orto (Milano, 20 luglio 1935) è un'attivista italiana.

Nel 1957 ha sposato Domenico Dall'Orto, da cui ha avuto tre figli, uno dei quali, Giovanni Dall'Orto, nel 1976 ha rivelato alla famiglia la propria omosessualità.
Dal 1978 agli anni Novanta Paola Dell'Orto ha svolto l'attività di counsellor presso l'ITIS "Cobianchi" di Verbania, sua città di residenza.

La nascita di Agedo

La 5a edizione di Figli diversi (2012).

Nel 1991 il figlio omosessuale, giornalista, le chiede di collaborare alla scrittura di un libro, in due parti destinato al tema del coming out in famiglia, scrivendo la parte rivolta ai genitori. Il libro è pubblicato col titolo Figli diversi nel 1992, arrivando nel 2012 a una quinta edizione rinnovata.
Nel corso del lavoro di preparazione per il libro Paola Dell'Orto entra per la prima volta in contatto con altri genitori di ragazze e ragazzi omosessuali, con i quali matura l'idea di fondare un'associazione di supporto per le famiglie alle prese con la medesima realtà. Associazioni di questo tipo esistevano infatti già in diverse nazioni straniere, ma non in Italia.
Questa idea prende corpo in modo informale nel 1992, quando alcuni dei genitori, conosciutisi nel corso delle interviste, s'incontrano privatamente a Bologna e poi a Milano.
L'associazione viene costituita formalmente il 18 marzo 1993 a Bologna, con il nome di A.Ge.D.O. ("Associazione Genitori Di Omosessuali") avendo come soci fondatori, oltre alla stessa Paola Dell'Orto, Ursula Rutter in Barzaghi e Maria Luisa Rebaioli in Melissari di Milano, Graziella Beccari di Modena, Augusto Nencioni e Franca Fantungheri in Nencioni di Firenze. Paola Dell'Orto vi ricopre il ruolo di presidente, che avrebbe conservato fino al settembre 2007.
La sede nazionale viene stabilita a Milano, in una locale concesso in affitto dal Comune di Milano, in via Bezzecca 4, dove è rimasta fino al 2013.

La crescita

Agedo al Bari Pride 2003.

Nei primi anni l'associazione registra l'adesione di famiglie di molte città d'Italia, come Roma, Palermo, Perugia, Catania, Genova, Torino eccetera (sarebbero diventate 22 entro il 2007; ulteriormente aumentate a 27 nel nel 2014); fin dall'inizio dedica uno sforzo consistente alla formazione dei propri volontari, con l'aiuto determinante di pedagogisti e psicologi. In tutta la fase di avviamento la maggior parte delle energie della neonata associazione è assorbita, oltre che dalla formazione, dall'attività di accoglienza e ascolto ai genitori e ai figli. In questa fase non priva di difficoltà (anche economiche) Paola Dell'Orto può sempre contare sul sostegno rilevante del marito e dei familiari.

Dopo un lungo lavoro di preparazione e incontri, nel 1998 Agedo pubblica, con la produzione della Provincia di Milano, il video Nessuno uguale: adolescenti e omosessualità. Il filmato, che ha il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, del Ministero degli Affari Sociali, e del Ministero per le Pari Opportunità, è accolto con favore dagli educatori e dalle scuole, dove è tuttora (2014) utilizzato come materiale formativo. L'apprezzamento si estende anche all'estero, spingendo ad approntare traduzioni in inglese, francese, tedesco e spagnolo. Il video è stato inoltre premiato in festival cinematografici.
A questa attività si accompagna quella di formazione, come per esempio nel convegno Omosessualità e adolescenza: ascolto e cultura delle differenze nei luoghi dell'educare svoltasi a Milano il 21 marzo 1998 presso la Casa della Cultura, patrocinata dal Ministero della Pubblica Istruzione, la Regione Lombardia, l'I.R.R.S.A.E. Lombardia, la Provincia di Milano, il Provveditorato agli studi di Varese, e il Comune di Milano. O come nel convegno nazionale Omosessualità, società civile e coscienza religiosa, tenutosi a Venezia il 13 marzo 1999 con il patrocinio del Ministero delle Pari Opportunità, della Regione Veneto, dell'Università Ca' Foscari di Venezia, e dei Provveditorati agli studi di Venezia e Udine.
Sempre a titolo di esempio, nel 2000 si svolge Diversamente, corso per formatori Agedo in tre giornate di studio e lavoro (21 maggio, 28 maggio, 4 giugno 2000) e un ciclo di tre corsi d'aggiornamento per insegnanti a Roma, Palermo, Milano sul tema: Progetto diversità: educare nelle differenze. Nel 2001 si svolge invece il convegno Omosessualità e compiti dell'educazione, che ha luogo il 26 ottobre presso la Camera del Lavoro di Milano.
L'attività di Agedo viene propagandata da Paola Dell'Orto con numerose partecipazioni a trasmissioni televisive, anche in compagnia del figlio, suscitando in genere l'interesse del pubblico e reazioni e commenti positivi. Il 14 gennaio 2003 anche il segretariato generale del Presidente della Repubblica, Carlo Azelio Ciampi (protocollo SGPR 14/01/2003 0003873 P) invia alla presidente di Agedo l'apprezzamento ufficiale del Presidente.

I Protocolli d'intesa (2000 e 2007)

Nel 22 febbraio 2000, dopo una lunga serie di colloqui e consultazioni, Paola Dell'Orto, in qualità di presidente nazionale di Agedo, firma con il Ministero della Pubblica Istruzione e il Dipartimento per le Pari Opportunità un Protocollo d'intesa della durata di tre anni che ha, fra gli altri scopi, quelli di favorire gli interventi educativi e di

« (...)
  • formazione e aggiornamento per docenti e dirigenti scolastici, riguardanti l'educazione al rispetto delle diversità;
  • favorire il coinvolgimento delle consulte provinciali degli studenti in esperienze educative e formative sull'argomento;
  • sollecitare le istituzioni scolastiche ad organizzare attività, incontri e dibattiti da avviare con studenti e famiglie sulle problematiche relative all'ascolto e alla relazione con il mondo dei giovani;
  • facilitare la partecipazione a convegni ed eventi organizzati dall'Agedo e ad iniziative realizzate in collaborazione e destinate a studenti, docenti e famiglie,
  • favorire la valorizzazione, nell'attività didattica, delle tematiche inerenti l'educazione alle differenze e al rispetto delle diversità. »

Alla firma del protocollo fa seguito l'inizio d'una fitta attività di formazione nelle scuole di tutta Italia, che ha proseguito senza interruzione fino ad oggi.
I risultati del primo protocollo vengono valutati positivamente, tanto che nel 2007 un secondo Protocollo d'intesa viene firmato con il Ministero dell'Istruzione.

"Euroflag" e "Due volte genitori" (2000-2007)

Maria Luisa Melissari e Paola Dall'Orto alla festa per i 20 anni di Agedo, 2013.

Il primo aprile 2000, a Venezia, Paola Dell'Orto fonda inoltre (assieme alle associazioni della Gran Bretagna,della Germania, del Belgio e della Francia, e successivamente della Spagna), Euroflag, il coordinamento delle associazioni delle famiglia europee di omosessuali che ha lo scopo di coordinare a livello europeo il raggiungimento degli obiettivi comuni. Come prima iniziativa Euroflag produce un report sulla realtà delle famiglie di persone omosessuali in diverse nazioni europee, destinato a diventare la base del lavoro che sarebbe infine sfociato (2007) nel "Progetto Daphne": Family Matters: sostenere le famiglie per prevenire la violenza contro giovani gay e lesbiche, una ricerca sociologica finanziata dalla Commissione europea.
In Italia la parte scientifica è affidata al Dipartimento di ricerca sociale dell'università del Piemonte Orientale.
Sempre nell'ambito del "Progetto Daphne" Agedo produce un secondo video, Due volte genitori, incentrato sulle testimonianze dei genitori di omosessuali, che raccontano la loro esperienza umana e associativa. Il video, che esce all'inizio del 2008, conta sul finanziamento della Commissione europea e sul contributo dell'Assessorato alle Pari opportunità della Regione Piemonte; esce in versione italiana, inglese, spagnola, catalana, francese, tedesca, turca e italiana per sordi.

Agedo Verbania

L'opuscolo Se io fossi tu?

Nel settembre 2007 Paola Dell'Orto ha ceduto la carica di presidente nazionale di Agedo a Rita De Santis, senza però interrompere la sua attività di volontariato a livello locale per "Agedo Verbania" (di cui è stata presidente dal 2003 al 2013, anno in cui le succede Elena Broggi), per la quale ha svolto fino ad oggi attività di formazione e informazione alle famiglie, nelle scuole della provincia, nell'ambito di un programma di prevenzione del bullismo omofobico. Ha inoltre realizzato corsi di formazione e aggiornamento, in collaborazione con l'ASL VCO, rivolti agli operatori socio-sanitari e a medici, psicologi, assistenti sociali ed educatori proprio sui temi relativi all'identità sessuale, al coming out, alla comprensione e all'accoglienza dell'altro diverso da sé per orientamento sessuale o identità di genere. Per queste attività Agedo Verbania ha prodotto materiale informativo e di formazione da distribuire agli adulti e agli adolescenti.
Ha inoltre svolto per sette anni ricerche sulla percezione dell'omosessualità e sul bullismo omofobico nelle scuole del VCO. I risultati delle ricerche sono stati in gran parte pubblicati nell'opuscolo: Se io fossi tu? Il bullismo omofobico nelle scuole della provincia (2011), realizzato nell'ambito del progetto: Un mondo di diversità, finanziato dalla Regione Piemonte e dalla provincia del Verbano-Cusio-Ossola.
Sotto la sua presidenza, A.Ge.D.O. Verbania è stata riconosciuta nella Rete Antibullismo provinciale presso l'Ufficio scolastico provinciale del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca. I progetti di prevenzione al bullismo omofobico hanno avuto per anni come supervisore scientifico il Prof. Gustavo Pietropolli Charmet e hanno ricevuto diversi patrocini e riconoscimenti da parte dell'Ufficio Scolastico Provinciale del Miur, dalla Regione Piemonte, dalla Provincia del Verbano Cusio Ossola e dal Comune di Verbania.

Il 7 dicembre 2009 Paola Dell'Orto ha ritirato, assieme alla nuova presidente nazionale di Agedo Rita De Santis, l'attestato di civica benemerenza che il Comune di Milano ha conferito ad Agedo con la motivazione: "offre un importante sostegno ai genitori che affrontano con disagio la diversità dei figli e si batte con coraggio per arginare l'ignoranza, le discriminazioni, le ingiustizie, le intolleranze".
L'11 giugno 2011 Agedo nazionale le ha conferito la presidenza onoraria.
Nello stesso anno Arcigay nazionale le ha conferito la tessera onoraria.

Paola Dell'Orto è nonna di quattro nipoti e nel 2015 è diventata bisnonna.

Cavaliere della Repubblica

L'8 luglio 2015 Paola Dell'Orto ha ricevuto la notizia d'essere stata nominata cavaliere della Repubblica al merito, per la sua attività svolta con e in Agedo[1].

Voci correlate

Bibliografia

2 volte genitori.
  • Giovanni e Paola Dall'Orto, Figli diversi, Sonda, Casale Monferrato 1991. Ristampe: 1992 e 1994.
  • Claudio Cipelletti (regia di), Nessuno uguale. Adolescenti e omosessualità, Provincia di Milano, Milano 1998 (più volte ristampato).
  • Giovanni e Paola Dall'Orto, Figli diversi, Sonda, Casale Monferrato 1999. (Nuova edizione riveduta).
  • Rita Gay Cialfi (a cura di), Atti del convegno: "Omosessualità e adolescenza. Ascolto e cultura delle differenze nei luoghi dell'educare" (Milano, 21 marzo 1998), Agedo, Milano 2000.
  • Agedo, Omosessualità e compiti dell'educazione (Camera del Lavoro, Milano, 26 ottobre 2001), Edizioni Sonda, Casale Monferrato 2003, ISBN 8871063635.
  • Paola Dell'Orto, La famiglia nell'esperienza della persona omosessuale, in: Vittoria Borella (cur.), Volti familiari vite nascoste: comprendere e accettare un figlio omosessuale, Franco Angeli, 2001, pp. 81-90, ISBN 9788846432353.
  • Manuela Campo, Omosessualità e councelling (sic). (Estratto da Fuori dalla città invisibile a cura di Cirus Rinaldi e Claudio Cappotto, IlaPalma, Palermo 2003), Agedo Verbania, 2004.
  • Agedo Verbania, Valli gay! Il bullismo, l'omosessualità e un po' di indifferenza (con il patrocinio dell'assessorato alla cultura del Comune di Verbania), 2004 (opuscolo didattico da distribuire nelle scuole, ristampato più volte).
  • Paola e Giovanni Dall'Orto, Figli diversi new generation, Sonda, Casale Monferrato 2005, ISBN 887106352X.
  • Claudio Cipelletti (regia di), 2 volte genitori, Agedo, Milano 2008.
  • Ermanno Marogna, Paola Dell'Orto e Marco Coppola (a cura di), Nessuno è uguale a me. Corso di formazione per studentesse e studenti della Scuola superiore sulla valorizzazione delle differenze di genere e le diversità di orientamento sessuale. Relazione finale ed elaborazione dati, anni 2005/2007/2008, Agedo Verbania, Stampato in proprio, 2008.
  • Paola Dell'Orto, Marco Coppola, Elena Broggi e Angelica Chiuillo (curr.), Se io fossi tu? Il bullismo omofobico nelle scuole della provincia, il racconto di studentesse e studenti, e i risultati degli interventi di prevenzione, Sonda, Casale Monferrato 2011, ISBN 9788871063638.
  • Giovanni e Paola Dall'Orto, Mamma, papà: devo dirvi una cosa. Come vivere serenamente l'omosessualità. Scritto da una madre e da suo figlio, Sonda, Casale Monferrato 2012, ISBN 9788871066578. Con la supervisione del prof. Gustavo Pietropolli Charmet.

Filmati

Note

  1. Anonimo, Paola Dell'Orto è Cavaliere al merito della Repubblica per la sua lotta contro l'omofobia, "Verbanonews, 9 luglio 2015; Anonimo, La fondatrice di Agedo è Cavaliere al Merito della Repubblica, "Gay.it", 8 luglio 2015; Andrea Miluzzo, Mattarella nomina Paola Dall'Orto, fondatrice d'AGeDO, cavaliera della Repubblica, "LGBT news Italia", 9 luglio 2015.