MSM (Men who have sex with men)

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.

MSM (Men who have sex with men), cioè uomini che fanno sesso con altri uomini, è un costrutto scientifico coniato in ambito epidemiologico negli anni ’80 e che oggi è adoperato in altri settori. L’intento originario della sua introduzione era quello di mettere l’accento sul fatto che sono i comportamenti e non le identità a mettere in pericolo le persone dal contagio di malattie sessualmente trasmissibili.[1]

Come costrutto MSM inquadra e distingue tutti quegli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini, perciò MSM non può essere sinonimo di omosessuali, giacché in questa categoria figurano anche le donne lesbiche. Inoltre MSM fa riferimento al comportamento sessuale e non all’identità sessuale di una persona, perciò non possono nemmeno essere ricompresi tutti gli uomini omosessuali dal momento che una parte di questi non ha o non ha mai avuto rapporti sessuali con altri uomini, sebbene si indentifichino come omosessuali. Ciò significa che possono essere MSM tanto i maschi bisessuali quanto i "buoni padri di famiglia" eterosessuali che celano le relazioni con altri uomini.

Collegamenti interni

Note

  1. Rebecca M. Young Ilan H. Meyer (2005) The trouble with “MSM” and “WSW”: erasure of the sexual-minority person in public health discourse, American Journal of Public Health, Volume 95, Isuue 5, p. 1144.