John Atherton

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.
John Atherton impiccato per sodomia per una legge che contribuì ad approvare. Il suo amante John Childe venne anche lui impiccato. Disegno anonimo, 1641.

John Atherton (Bridgwater, 1598 – Dublino, 5 dicembre 1640) è stato un vescovo anglicano irlandese, impiccato per sodomia.

Biografia

Studiò all'Università di Oxford e divenne membro del clero anglicano. Nel 1634 venne nominato vescovo di Lismore e Waterford (in Irlanda). Nel 1640 venne accusato di sodomia con un uomo, John Childe, giudicato e condannato a morte in base al "Buggery Act" del 1533.

Secondo le testimonianze confessò la sua colpevolezza prima dell'esecuzione, mentre durante il processo si era dichiarato innocente. Recentemente alcuni storici hanno affermato che John Atherton fu vittima di una cospirazione per screditare lui e i suoi protettori.

Gli vennero inoltre lanciate accuse postume di incesto con la cognata, di infanticidio del figlio nato dalla relazione peccaminosa e di zoofilia col suo gatto; tuttavia, queste illazioni furono diffuse da un opuscolo anonimo che iniziò a circolare molti mesi dopo la sua morte e potrebbero essere volte a screditare ulteriormente il tentativo del vescovo di ripristinare le finanze della Chiesa d'Irlanda[1].

Voci correlate

Note

  1. Peter Marshall "Sex, Scandal and the Supernatural" in History Today: 70–71 (febbraio 2007).

Bibliografia