Il sacrificio di Isacco secondo Filippo de Pisis

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.
Filippo De Pisis, Sacrificio d'Isacco 1940, olio su tela, 131,5x102 cm, Museo Mario Rimoldi, Cortina d'Ampezzo, Regole d'Ampezzo.

Il Sacrificio di Isacco è un dipinto di di Filippo de Pisis (Ferrara, 1896 - Brugherio, 1956). Si tratta di una tela di considerevoli dimensioni (131,5x102) che raffigura in maniera sorprendente, se non addirittura spiazzante, il noto episodio dell'Antico Testamento in cui Dio chiede ad Abramo una prova della sua fedeltà e sottomissione ordinandogli di sacrificare il figlio Isacco (Genesi 22, 1-18). De Pisis dipinse quest'opera (piuttosto insolita rispetto al resto della sua produzione) nel 1940 a Rimini. Attualmente è conservata presso il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d'Ampezzo.

Il pittore

Filippo De Pisis si dedicò sia alla poesia che alla pittura. Furono però i suoi quadri a renderlo famoso. E la sua opera pittorica ebbe presto molti estimatori in Italia e in Francia, dove visse a lungo. Sviluppò un modo di dipingere peculiare, una specifica maniera che caratterizza e rende facilmente riconoscibile l'intera sua produzione. Ebbe una particolare predilezione per i generi della natura morta e del paesaggio. Non fece alcun mistero della sua omosessualità, e un altro tema ricorrente nei suoi dipinti sono i ritratti dei giovani modelli che incontrava casualmente e invitava a posare a casa propria. Visse a Roma (1919-1924), si trasferì poi a Parigi, dove fissò la propria residenza fino al 1939. Al rientro in Italia si spostò spesso da una città all'altra, inizialmente scelse di vivere Milano, ma poi, a causa dei bombardamenti, si spostò a Venezia, dove acquistò una casa. Luoghi in cui tornò spesso, anche se per brevi periodi, furono Rimini e Cortina d'Ampezzo. Tra il

Filippo De Pisis, Soggetto sacro (figure), 1931, acquarello, 27,9x21 cm, Museo Mario Rimoldi, Cortina d'Ampezzo, Regole d'Ampezzo.



Il committente

Il quadro

I modelli

Andrea del Sarto, Sacrificio d'Isacco.
Domenichino, Sacrificio d'Isacco.



Note


Bibliografia

Link

Voci correlate