Categoria:Omicidio del carcere di Saluzzo (1952)

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.

Il 1 novembre 1952, nel "carcere per minorati" di Saluzzo, meno di una settimana prima del termine della propria carcerazione, il detenuto 35enne Salvatore Pala, "pastore sardo", uccide apparentemente senza motivo, sfondandogli il cranio con una bottiglia, il compagno di cella, l'ergastolano 44enne Mario Sasu.
Il movente sarebbe stata la gelosia, avendo Sasu monopolizzato l'attenzione dell'"amico" di Pala, il 23enne udinese Lorenzo da Maren, detto "il biondino" e Dino o Rino.
Al processo (nel 1954) viene però affermato che secondo le voci del carcere la relazione sarebbe stata in realtà fra omicida e vittima, mentre le guardie carcerarie esclusero una possibile relazione col De Maren (ma si tenga conto che sarebbe stato loro compito impedire rapporti omosessuali in quello che è considerato un luogo pubblico. la presenza nel camerone di una bottiglia di vetro, i cui cocci possono diventare armi, dimostra un grave lassismo da parte loro).

Sottocategorie

Questa categoria contiene le 3 sottocategorie indicate di seguito, su un totale di 3.

File nella categoria "Omicidio del carcere di Saluzzo (1952)"

Questa categoria contiene 6 file, indicati di seguito, su un totale di 6.