Antonio Frainer

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.
Antonio Frainer nel 1984.

Antonio Frainer (Trento, 4 marzo 1959 - Bologna, 22 dicembre 1994) è stato un militante del movimento gay italiano, prima a Trento e poi a Bologna.

Vita

Nato a Trento nel 1959, Frainer nel 1978 è già attivo nel nascente movimento gay italiano.

Nel 1980 si trasferisce a Bologna e fa parte del Collettivo Frocialista Bolognese, poi Circolo di cultura omosessuale XXVIII Giugno.

Nel 1981 è presidente del Circolo XXVIII Giugno quando viene ottenuta la prima sede lgbt di proprietà pubblica in Italia: il Cassero di Porta Saragozza.

Appassionato di cinema, sono sue le riprese utilizzate dal regista Roberto Nanni per il film L'amore vincitore, ultima intervista del regista inglese Derek Jarman.

Comunista e anarchico, ecologista, Antonio è morto a soli 35 anni, ucciso dal virus Hiv. Le sue carte sono state donate all'archivio del Cassero di Bologna, dove formano un fondo intitolato a suo nome.

Bibliografia

Timbro del fondo Antonio Frainer al Centro di Documentazione.

Voci correlate