Antonio Andrea Pinna

Da Wikipink - L'enciclopedia LGBT italiana.
Antonio Andrea Pinna (foto Cosimo Buccolieri)

Antonio Andrea Pinna (Cagliari, 14 luglio 1986 – vivente), è scrittore, blogger, personaggio televisivo e umorista omosessuale.

Biografia

Nasce a Cagliari nel 1986.

Nel 2010, dopo un licenziamento, apre la fan page su Facebook lePerlediPinna, in cui pubblica massime, frasi salaci, battute di spirito e aforismi. La pagina, a maggio 2016, conta più di 400 mila fan.

Nel 20015 vince, insieme a Roberto Bertolini, il reality tv di Rai 2 Pechino Express. La trasmissione vince, nel 2016, la prima edizione de Diversity Media Awards, come "Miglior trasmissione TV 2016" perchè "è un reality show di successo, considerato il più gay friendly della TV, in cui la presenza di diverse persone LGBT dichiarate non ne determina la cifra narrativa principale".

Attività pubblica sui temi LGBT

Dopo la vittoria di Pechino Express, Pinna incomincia una vivace attività di ideazione e partecipazione a iniziative militanti e benefiche legate ai temi LGBT, insieme alle dichiarazioni pubbliche sui temi legati all'omosessualità.

Tra le iniziative il sollecito pubblico, con un tweet di un'idea di Luca Finotti, ai cantanti che partecipano al Festival di Sanremo 2016 a indossare dei nastri con i colori dell'arcobaleno per esprimere il sostegno alla lotta per i diritti LGBT. L'iniziativa, con l'hastag #SanremoArcobaleno, desta un grande clamore mediatico e, numerosi cantanti, come Enrico Ruggeri, Noemi, i Bluvertigo, Patty Pravo ed Eros Ramazzotti, si esibiscono indossando nastri arcobaleno.

Pinna è tra i rari personaggi pubblici italiani che sostengono pubblicamente il coming out con l'invito ai personaggi pubblici a uscire allo scoperto:

« La gente ha bisogno di sentirsi meno sola, i ragazzini che si scoprono gay vogliono e devono pensare che, nonostante questo, potranno arrivare ovunque vogliano, senza nascondersi. Se chi è famoso e fortunato continua questo triste teatrino de “la mia vita privata rimane privata” (che tradotto sarebbe “SONO GAY MA MI FINGO ETERO”) continueranno ad esserci giovani omosessuali frustrati che si fingeranno etero, uomini che tradiranno le mogli con le trans o con gay trovati sulle chat di incontri e, purtroppo, adolescenti suicidi. »
L'outing di Antonio Andrea Pinna a Marco Carta

Nel 2016 desta polemica il suo outing al cantante Marco Carta su twitter (vedi immagine):

« Finché ci saranno personaggi noti (vedi Marco Carta) che negheranno di essere omosessuali, ci sarà sempre qualcuno che discriminerà un gay. L'omofobia è una piaga sociale che si nutre non solo dell'ignoranza etero, ma anche della vergogna di un gay ad ammettere di esser gay, manifestandosi poi con ogni genere di discriminazione verso qualunque tipo di omosessuale. Questo meccanismo vomitevole e medioevale deve interrompersi quanto prima, ed è totalmente inutile che promulghino leggi di uguaglianza se noi stessi ci vergogniamo di essere quel che siamo»

Pubblicazioni

  • Antonio Andrea Pinna, Le perle di Pinna, Nuova Prhomos, Città di Castello (PG) 2012.
  • Antonio Andrea Pinna, L' amore è eterno finché è duro, Mondadori Electa, Milano 2015.

Link esterni